- IL SONETTO DI BEPPE PALLINI -



Il Palio moderno

L’arte contemporanea s’è ‘nfilata
dentro ‘l Palio per via de la pittura
e in una tradizione tramandata
oggi i senesi ci hanno la ventura

di vedecci il moderno: è cosa grata
oppur si tratta d’una stonatura?
A Siena c’è chi dice che sia stata
una conquista, chi ‘na fregatura.

L’arte moderna c’è chi un la capisce,
ma certi palii, o te, un c’è quistioni,
che so’ belli lo devi riconosce.

Purtroppo poi ci so’ tanti tromboni,
che a pitturare propio un gli riesce
e ci hanno rifilato de’ crostoni.

II

Ad ogni modo anche quelli più belli,
ora ti dico come me la sento,
mica mi garba tanto nel vedelli
messi nel mezzo, lì, del quattrocento.

Voglio di’ sul carroccio, ‘nfatti quelli
possan stà n’un museo del novecento,
perché fra tutta quella roba antìa
roba moderna è meglio che un ci sia.

Sarebbe eguale che per risparmiare,
perché ‘l Comune ci spende un fottìo
per mantene’ que’ bovi, mi figuro,

a rimorchia’ ‘l carroccio, dico io,
mettessero un trattore: so’ sicuro
farebbe meglio e senza ‘nsudiciare.


Agosto 2010