- IL SONETTO DI BEPPE PALLINI -



Le metamorfosi

Un so' quelle d'Ovidio, ma di Siena,
dovute a que' signori sapientoni
che conoscano l'arte appena appena
ma te li trovi sempre su' cordoni.

Nella piazza del Campo, grande scena,
nel muro del palazzo Sansedoni,
tutto rimesso a n˛vo di gran lena,
i mattoni li fecero marroni.

Lass¨ in alto c'Ŕ 'l D˛mo, un po' pi¨ a manca:
d'estate, autunno, inverno o primavera
Ŕ una visione che giammai ti stanca,

da quant'Ŕ bella un par nemmeno vera,
ma la cupola, ch'era tutta bianca,
chissÓ perchÚ Ŕ diventata nera.


Ottobre 2009