- IL SONETTO DI BEPPE PALLINI -


Caro sindaco

Caro sindaco Bruno Valentini,
mi presento: so' un vecchio pensionato
e ne la nostra Siena ci so' nato
poco dopo che venne Mussolini.

Io so' di quelli che un l'hanno votato,
ma, come tutti i mi' concittadini,
spero che lei, senza secondi fini,
voglia svolge' per bene il su' mandato.

Nel Palazzo ci v˛le decisione,
usÓ rigore sarebbe opportuno
perchŔ un si p˛le avÚ de' risultati,

nÚ migliorÓ la su' Amministrazione,
senza pestare i piedi a qualcheduno,
da quanto ci so' fitti l'impiegati.


10 Giugno 2013




  

Bruno Valentini