- IL SONETTO DI BEPPE PALLINI -



Teatro in Piazza

Per le nostre bellezze, un c’è quistioni,
a Siena viene sempre ‘l forestiero
e nella Piazza arrivano a plotoni,
ma un vedano ‘l Palazzo tutto ‘ntero,

ché a forza di tralicci e tavoloni
c’è davanti un teatro guasi vero,
che ‘l Comune ci butta be’ soldoni,
tanto per fa’ rumore e putifero.

Spesso so’ cose senza gran decoro,
bèrci e rintroni che pare la guerra,
però che ci vo’ fa’, contenti loro…

E nella Piazza che tutto rinserra,
seduti in mezzo i vippe e ‘l concistoro,
la plebe intorno col culo per terra.


Agosto 2005