- IL SONETTO DI BEPPE PALLINI -



Le statue viventi

Passando per il Corso a certe ore
si vede uno spettacolo speciale:
c’è du’ bordelli tutti d’un colore
come se fosse bronzo al naturale.

Uno sembra un guerriero medievale,
quell’altro un vecchio cineoperatore:
un si spostano manco per errore,
paiano monumenti, tale e quale.

Ma se sentano ‘l sòno d’un soldino
che qualcuno buttò nel ciotolone,
si movano, ti fanno un bell’inchino,

e lì, davanti a tutte le persone,
il fotografo gira ‘l macinino,
e ‘l guerriero brandeggia lo spadone.


Ottobre 2005