- I SONETTI OTTOCENTESCHI -

16 agosto 1899

Esultante la Contrada della Lupa
per la vittoria riportata nella Piazza del Campo
al prode e valoroso fantino
Angiolo Volpi
detto il Bellino
offre il seguente
Sonetto



Maestoso incede fra un silenzio arcano
Il nobile destrier fiero ed audace
Regna un alito vasto e sovrumano,
Ognuno attende con desio procace.

Sublime e bello senza istinto vano,
Quasi irradiato da fulgente face
Vola, si slancia un valore strano,
Mentre che in tutti i cuor la gioia tace.

Ma vince... erompon dalla piazza altera
Mille evviva di gioia e di contento
Alla vittrice genial bandiera;

Ognuno il proprio urrą trattiene a stento
E ad alto onore della Lupa altera
S'agitan lą mille vessilli al vento.

E.L.