- I SONETTI OTTOCENTESCHI -

29 maggio 1893

Nel memorabile giorno
XXIX Maggio MDCCCXCIII
quando Siena plaudente
l'accoglieva fra le sue mura
la studentesca universitaria italiana
qui convenuta a rievocare con indissolubile unione
le tradizioni della patria e della scienza
La Contrada Capitana dell'Onda
lieta di aver riportata straordinaria vittoria
quant'altra mai invidiabile
con esultanza e tripudio
al forte e leale fantino
Ulisse Betti
detto Bozzetto


Nel dì commemorante l'Italica legione
che in faccia all'oste barbara, spartanamente fiera
cadde sovra i gloriosi campi di Curtatone,
di libertà, di patria rinnovellando l'era;

noi te vedemmo o forte, impavido campione,
degli altri sorvolare sopra l'emula schiera
e in mezzo allo scosceso e polveroso agone
sfidando ogni periglio lanciarti alla carriera.

E ti seguì del popolo, l'ansia febbril, segreta,
finchè nelcorso indomito, con affannata lena
cavallo e cavalier non raggiunser la meta;

finchè vinto l'ambito segnalcol della gloria
che a' forti si conviene, per il Campo di Siena
irrupper fragorosi gli urli della vittoria.