- I SONETTI OTTOCENTESCHI -

16 agosto 1891

Riportando
La Contrada della Tartuca
la trentunesima vittoria
al merito del suo valoroso fantino
Francesco Ceppatelli
detto Tabarre
o.d.
con massima esultanza
il seguente
Sonetto



Viva, Tronfo! A Te di nuovo il lieto
concorde plauso popolar s'inalza;
squillano a festa i bronzi, e pel giÓ cheto
aere il festivo atto clamor rimbalza.

Viva Trionfo! Te fremendo incalza
la turba; il valor tuo dall'inquieto
vulgo s'estolle e la destrezza, e balza
di grato affetto il cor nel tuo secreto.

Viva Trionfo! geminar tu sai
per noi vittoria nella nobil giostra
e di esultanza ci perenni il giorno.

Viva, Trionfo ancor! campion sarai
di noi tu sempre, e, de' nemici a scorno
con Te campione, ogni vittoria Ŕ nostra.