- I SONETTI OTTOCENTESCHI -

4 luglio 1886

Andrea Corsini
Capitano della Tartuca
ed ai
componenti la commissione
la sera delle solenni feste
per la vittoria ottenuta nella Piazza del Campo
alcuni amici
in segno di esultanza e di affetto
offrono
il seguente sonetto:



Tra i turbolenti e minacciosi sdegni
Onde funesta forza oggi trascina
Le genti a scoter l'ordine de' Regni
Ea flagellar la civiltÓ latina;

Bello Ŕ vedere un popolo non gl'ingegni
Aguzzar de la patria a la rovina,
Ma rendere lietamente onore ai segni
Di gloriosa memoria cittadina.

Bello Ŕ vedere entro le pi¨ vetuste
Tue mura, o Siena, una contrada in festa
Qual fean gli avi agguerriti un dý vincendo.

O menti calde ai nuovi ardori, ingiusta
Non chiamate la gioia ch'Ŕ qui desta;
Dice qui ognun: l'antica gloria intendo.