- I SONETTI OTTOCENTESCHI -

4 luglio 1881

Gli abitanti della Nobil Contrada dell'Oca
ad
Antonia Salmoria
In occasione della 35¬ vittoria
riportata nella carriera del 3 Luglio 1881
offrono il seguente
sonetto:



Ecco s'apre la pugna, e Leggerino
come daino ver, come leone,
si slncia nella turma, e da furbone
striscia, scalza la strada, pian pianino.

Ma il nemico l'assale, e con lo sprone,
cerca di vincer lui bravo fantino,
e poco manca, che presso a lui vicino,
competa il merto, il giusto guiderdone.

Ma invano pensa, con tutto il vero ardore,
di soffocar con l'ansia sua diletta,
chi sente in core, e pace e puro amore.

Del tricolore l'arme si perfetta,
l'Italia, che a noi fu madre e onore,
ah! non lo sarÓ giammai abietta.

A.B.