SANTINI   FRANCESCO
(Gobbo Saragiolo) 15/59

- detto anche Gobbino del Ciaj -

Nato a Montalcino (SI) il 14 dicembre 1809 (vedi battesimo)
Morto a Siena (Castelvecchio) il 27 ottobre 1865 (vedi morte)

1. 2 luglio 1823 CHIOCCIOLA Baio di S.Pagliaj
2. 16 agosto 1826 TARTUCA Grigio di S.Felli
3. 2 luglio 1827 TARTUCA Baio di G.Magnelli
4. 17 agosto 1827 SELVA Grigio di S.Felli
5. 2 luglio 1828 CHIOCCIOLA Morello di C.Cubattoli
6. 17 agosto 1828 OCA Grigio di S.Felli
7. 2 luglio 1829 TORRE Morello di P.Coppi
8. 16 agosto 1829 VALDIMONTONE Morello di G.Straccali
9. 2 luglio 1830 ONDA Morello di P.Coppi
10. 16 agosto 1830 OCA Grigio di A.Garuglieri
11. 2 luglio 1831 OCA Baio di G.Gentili
12. 16 agosto 1831 TARTUCA Baio di A.Agnelli
13. 2 luglio 1832 ONDA Morello di P.Coppi
14. 16 agosto 1832 OCA Morello di P.Coppi
15. 2 luglio 1833 OCA Morello di S.Felli
16. 18 agosto 1833 VALDIMONTONE Baio di F.Gigli
17. 2 luglio 1834 OCA Morello di G.Batazzi
18. 17 agosto 1834 SELVA Baio di A.Sucini
19. 2 luglio 1835 GIRAFFA Morello di D.Bruttini
20. 17 agosto 1835 TORRE Morello di L.Jacopi
21. 3 luglio 1836 VALDIMONTONE Morello di G.Soldatini
22. 16 agosto 1836 BRUCO Baio di G.Soldatini
23. 2 luglio 1837 SELVA Morello di A.Lippi
24. 16 agosto 1837 BRUCO Morello di G.Ceccarelli
25. 2 luglio 1838 CHIOCCIOLA Morello di F.Bandini
26. 16 agosto 1838 DRAGO Morello di A.Rogani
27. 2 luglio 1839 TORRE Baio di F.Gonzi
28. 16 agosto 1839 TORRE Morello di B.Buoni
29. 2 luglio 1840 SELVA Baio di A.Rogani
30. 16 agosto 1840 DRAGO Baio di N.Bianciardi
31. 2 luglio 1841 DRAGO Morello di S.Rogani
32. 16 agosto 1841 CHIOCCIOLA Morello di L.Bizzarri
33. 18 agosto 1841 ¹ CHIOCCIOLA n.r.
34. 3 luglio 1842 TORRE Baio di B.Barbetti
35. 16 agosto 1843 TORRE Morello di A.Riccucci
36. 2 luglio 1844 TORRE Morello di C.Mantovani
37. 16 agosto 1844 OCA Morello di G.B.Bernini
38. 2 luglio 1845 SELVA Morello di P.Giannelli
39. 17 agosto 1845 TORRE n.r.
40. 2 luglio 1846 VALDIMONTONE Morello di L.Barbetti
41. 16 agosto 1846 ISTRICE Morello di R.Buonisignori
42. 4 luglio 1847 NICCHIO Morello di L.Riccucci
43. 16 agosto 1847 TORRE Baio di F.Pisani
44. 15 agosto 1848 ONDA Grigio di A.Grassellini
45. 2 luglio 1849 LEOCORNO Baio di S.Giabbani
46. 16 agosto 1849 ONDA Morello di L.Barbetti
47. 21 ottobre 1849 OCA Morello di G.Casini
48. 16 agosto 1850 DRAGO Morello di A.Fioravanti
49. 3 luglio 1851 ISTRICE Morello di L.Grandi
50. 17 agosto 1851 BRUCO Morello di A.Paolini
51. 16 agosto 1852 OCA Morello di L.Barbetti
52. 3 luglio 1853 TORRE Baio di P.Bandini
53. 2 luglio 1854 PANTERA Morello di G.Senesi
54. 16 agosto 1854 CHIOCCIOLA Baio di M.Amaddii
55. 2 luglio 1855 SELVA Morello di M.Guglielmi
56. 2 luglio 1856 DRAGO Morello di G.Marcucci
57. 2 luglio 1857 PANTERA Baio di N.Bianciardi
58. 27 aprile 1860 ² ISTRICE Morello di V.Piazzesi
59. 2 luglio 1860 TORRE Morello di R.Rocchigiani

- Secondo il Sergardi avrebbe corso anche il Palio di luglio del 1825 nell'Istrice.
- E' il fantino che dopo Campanino e ha corso più Palii consecutivamente: 34 tra il 1823 e il 1842 (cfr.), dividendo tale primato con Caino.
- Dopo Bachicche è il fantino più giovane del quale abbiamo la data certa di nascita, ad aver corso il suo primo palio: aveva 13 anni e 8 mesi (cfr.).
- Come si osserva, egli rimase inattivo nel 1858 e 1859. Pur tenendo conto nel 1859 i Palii non vennero disputati, la spiegazione della sua lontananza dalla Piazza nel 1858, si trova nel registro dei reclusi di Siena (Arch.Stato Siena - Prefettura 2781 n.271). Dovette infatti scontare una condanna a 19 mesi e 8 giorni, a iniziare dal 10 aprile 1858, per furto aggravato. La parte iniziale della pena la scontò a Siena, prima di essere trasferito alle Murate di Firenze.


¹ Palio straordinario corso con 17 contrade.
² Palio straordinario.

Francesco Santini detto Gobbo Saragiolo    Francesco Santini detto Gobbo Saragiolo

L'età che compare nella didascalia, anche se di poco, è comunque errata.

                 

                    

        


Fabbro di professione, seguiva il mestiere del padre. Ma più che il mantice la sua passione erano i cavalli. E altro non poteva essere per colui che in seguito avrebbe eccelso nella storia del Palio. L'alto computo delle vittorie (ben 15) lo lega alla leggenda della festa senese.
Esordì giovanissimo in Piazza: non ancora quattordicenne difese i colori della Chiocciola, al Palio dell'Assunta del 1823, riportando una clamorosa vittoria.
Piccolo (una stampa dell'epoca, in occasione della prima vittoria, lo descrive alto 2 braccia, cioè circa 120 cm, e di 80 libbre di peso, cioè appena 36 kg!) e gobbo (per questo il soprannome), incantava Siena con la sua abilità col nerbo, la sua freddezza e la sua capacità di vincere anche con barberi di poche pretese trasformandoli in campioni, doti che ne fecero un mito anche presso i suoi contemporanei.
Le Contrade quasi lo pagavano a peso d'oro per averlo. Tra tutte la contesa tra le due grandissime rivali Oca e Torre, che già all'epoca si davano battaglia per guadagnare il maggior prestigio cittadino. Le dirigenze dei due rioni cercarono in ogni modo di guadagnarsi la fiducia del Gobbo Saragiolo. Ma lui, ambendo per lo più al denaro e lontano da ogni tipo di influenza contradaiola, vestì sia il giubbetto di Salicotto che quello di Fontebranda: per l'Oca corse 9 Palii, vincendone 3, per la Torre ne corse 11, vincendone 5.
Del resto Francesco Santini corse per quasi tutte le Contrade: solo Aquila, Civetta e LUpa non lo montarono mai. E oltre a Chiocciola, Oca e Torre, regalò la gioia della vittoria anche a Montone, Bruco e Onda.
Gioie che regalò però nell'esclusivo interesse per i soldi. Che il Gobbo Saragiolo fosse un autentico mercenario non vi era dubbio: quando nel 1855, correndo per la Selva con uno dei cavalli favoriti, andò di proposito dritto a San Martino, ai delusi quanto irati contradaioli ribatté «Ma che dovevo vincere per voialtri miserioni che mi davi 140 monete, quando ne ho guadagnate 170?».
Nella Torre corse l'ultima carriera, il 2 luglio 1860, a ben 51 anni di età.
In totale corse 59 Palii, vincendone ben 15.

Biografia tratta da wikipedia



Nel 1834, Francesco Santini Fantino in Piazza abitava in Piazzetta Ugurgieri, nei pressi dell'attuale via Duprè


Archivio di Stato - Governo di Siena 344 - 7 luglio 1832







Per contravvenzione ai Regolamenti alla corsa dei cavalli eseguita nel due di Luglio corrente (1828) sulla Piazza del Campo di questa città fù nel predetto giorno condannato Francesco Santini detto il Saragiolo uno dei fantini in detta corsa nella carcere per circa a 24 ore sofferta.

Archivio di Stato di Siena - Governo di Siena 702 - Minute di rapporti settimanali



Matrimonio celebrato a Siena nella cura di S.Salvatore in S.Agostino il 14 aprile 1830


26 marzo 1838 - RAPPORTO GIORNALIERO DEL CAPITANO DI POLIZIA

Non essendo stato trovato reperibile al suo domicilio alle ore 10, e mezza della sera de' 24 andante il connoto precettato temibile in materia di furti
Francesco Santini fantino di Siena, gli diedi debito lo scorso giorno di disobbedienza al precetto serale e domandai che fosse adeguatamente coercito.




Fantini Brava Gente


ALTRI CAPITOLI INERENTI

LE SCHEDE DEGLI ALTRI FANTINI
I FANTINI VITTORIOSI DI TUTTI I TEMPI
LE DATE DI NASCITA
LE STATISTICHE SULL'ETA'
PROCESSI E FATTI CURIOSI SUI FANTINI


     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena