PAVOLINI   AGOSTINO
(Baule) 0/5

- detto anche Rigogolo -

Nato circa nel 1815

1. 2 luglio 1841 AQUILA Baio di A.Riccucci
2. 3 luglio 1842 AQUILA Morello di V.Cresti
3. 17 agosto 1842 VALDIMONTONE Baio di D.Chiantini
4. 18 agosto 1842 ¹ VALDIMONTONE Morello di L.Turillazzi
5. 2 luglio 1843 LEOCORNO Morello di B.Cerpi

¹ Palio straordinario corso con 17 contrade.





Stato delle anime di Presciano, anno 1835


Il nome di battesimo di Baule non è certo, né è certo che i cinque Palii da noi assegnati a Baule siano stati effettivamente corsi da uno stesso fantino.
Le uniche fonti disponibili di quel periodo sono il Comune e l'Anonimo. Relativamente ai Palii e alle contrade indicate in questa scheda, il Comune indica una incredibile varietà di nomi, che sono nell'ordine: N.N. detto Rigogolo, Giuseppe Pavolini detto Baule, Agostino Pavolini senza soprannome, Carlo Pavolini detto Baulle e Agostino Pavolini detto Baulle.
L'Anonimo registra: Rigogolo, Giuseppe Pavolini detto Baule, Baule, di nuovo Baule e Agostino Pavolini senza soprannome. La discordanza è soprattutto nei tre Palii dell'anno 1842.
Secondo gli elenchi comunali avrebbero corso tre fantini diversi, avendo però in comune tutti e tre il cognome e due di loro, Giuseppe e Carlo, il soprannome Baule, attribuito anche ad Agostino nel Palio sucessivo.
Secondo l'Anonimo, che in questo caso sembra più attendibile, avrebbe corso un solo fantino soprannominato Baule, qualunque fosse il suo nome.
Quanto a Rigogolo. mentre tutte e due le fonti lo registrano senza nome e cognome, il foglio di presentazione del fantino da parte del Capitano dell'Aquila riporta Agostino Pavolini detto Rigogolo.
Mettendo insieme le varie informazioni, a noi sembra che meglio resiste alle argomentazioni contrarie, sia quella di considerare un unico fantino, Agostino Pavolini detto la prima volta Rigogolo e poi Baule.
Non ci sentiamo tuttavia di escludere che i Pavolini, fantini del Palio, siano stati eventualmente fratelli: Agostino detto Rigogolo, che avrebbe corso i Palii del 1841 e del 1843 e Giuseppe detto Baule, che avrebbe corso i tre Palii del 1842.

Considerazioni tratte da "Ora come allora" di E.Giannelli e M.Picciafuochi

A onor di cronaca, nel Rapporto dell'Ispettore di Polizia del 14 agosto 1843, si legge che Agostino Paolini delle Taverne, correndo con il giubbetto dell'Unicorno, cadde durante una prova.
Quindi, in altro rapporto del 15 agosto 1848, si legge: "Luigi Paolini di Siena fantino incaricato per la Contrada della Torre, Jeri mattina, mentre correva alla solita prova per la Piazza del Campo, casulamente cadde dal cavallo e si cagionò due semplici ferite, che una nella testa e l'altra nel mento delle quali ne venne medicato in questo Regio Spedale della Scala".
(Archivio di Stato di Siena, Governo di Siena 355 e 360)


ALTRI CAPITOLI INERENTI

LE SCHEDE DEGLI ALTRI FANTINI
I FANTINI VITTORIOSI DI TUTTI I TEMPI
LE DATE DI NASCITA
LE STATISTICHE SULL'ETA'
PROCESSI E FATTI CURIOSI SUI FANTINI


     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena