MANCINI   MATTIO
(Bastiancino)

Nato circa nel 1745
Morto il 7 settembre 1780*
* Il giorno della morte è stato ricavato da alcune pubblicazioni, poichè non compare in nessun registro della Diocesi di Siena. Comunque, Bastiancino risulta essere già morto il 12 dicembre 1783, quando si sposò sua figlia Giulia.


Non essendoci pervenuta una completa documentazione, non sappiamo quanti Palii abbia disputato. Sappiamo comunque che corse:

16 agosto 1759 OCA Sauro di B.Rossi
16 agosto 1761 CIVETTA Sauro dell'oste delle Donzelle
16 agosto 1762 OCA Baio T.Palagi
16 agosto 1763 BRUCO Baio C.Falorsi
2 luglio 1765 VALDIMONTONE Baio di M.Mancini
2 luglio 1766 ISTRICE Morello dell'oste della Scala
14 maggio 1767 ¹ TORRE Baio di G.Ricci
2 luglio 1767 CHIOCCIOLA Baio di M.Mancini
2 luglio 1768 SELVA Morello di G.Becarelli
16 agosto 1768 TARTUCA Morello di T.Palagi
2 luglio 1770 LEOCORNO Morello di F.Ricci
16 agosto 1770 LEOCORNO Morello di F.Ricci
2 luglio 1771 CHIOCCIOLA Sauro di E.Pegni
2 luglio 1772 ISTRICE Morello di D.Picchi
17 agosto 1772 CHIOCCIOLA Grigio di G.Casini
2 luglio 1773 TARTUCA Sauro di G.Decinè
2 luglio 1774 BRUCO Baio di L.Fanciulli
16 agosto 1774 VALDIMONTONE Grigio di G.Gigli
2 luglio 1775 GIRAFFA Baio di F.Ricci
16 agosto 1775 LUPA Sauro di A.Amaddii
2 luglio 1776 VALDIMONTONE Grigio di G.Santini
2 luglio 1777 ISTRICE Sauro di P.Testi
16 agosto 1777 LEOCORNO Grigio di D.Brenci
2 luglio 1778 CIVETTA Sauro di A.Coppi
2 luglio 1779 ONDA Grigio di S.Ticci
16 agosto 1779 PANTERA Grigio di S.Ticci
2 luglio 1780 NICCHIO Baio di S.Ticci
16 agosto 1780 CHIOCCIOLA Baio di S.Ticci

¹ Palio straordinario.

- Vinse in ben 9 differenti contrade, preceduto soltanto da Caino e Pavolino (cfr.).
- Da considerare pure che nello stesso periodo visse a Siena un suo omonimo (nato il 2 settembre 1709), che era stato facente funzione di Capitano della Contrada della Torre, rione nel quale abitava.


Le fonti storiche su Bastiancino sono a tratti lacunose, dal momento che non si conosce l'esatto numero delle carriere disputate da tale fantino.
Pare comunque probabile che la prima carriera nella quale corse fu il Palio del 16 agosto 1759, quando, appena quattordicenne, riportò una clamorosa vittoria per i colori dell'Oca, montando un cavallo sauro (proprietario tale Sebastiano Rossi).
Divenuto in breve una leggenda vivente nel panorama senese, Bastiancino vinse due anni dopo su Repicanato per la Civetta, consentendo alla contrada del Castellare di aggiudicarsi il primo cappotto della storia del Palio.
Nel corso degli anni '60 del XVIII secolo vinse altri 6 Palii (per Oca, Bruco, Montone, Istrice, Torre e Chiocciola), più una carriera non riconosciuta nell'albo d'oro ufficiale, disputata il 2 aprile 1765, con il Bruco.
Anche nel decennio successivo Bastiancino fece incetta di successi. Vinse nuovamente per la Chiocciola il 2 luglio 1771, poi si aggiudicò un prestigioso cappotto personale nel 1772 (vinse a luglio per l'Istrice e ad agosto di nuovo per la Chiocciola). Nel 1774 trionfò ancora per il Montone, quindi, l'anno dopo, regalò la gioia della vittoria anche alla Lupa.
Nel 1778 vinse a luglio con la Civetta, aprendo alla contrada del Castellare, che si ripeté con il fantino Nacche ad agosto, la strada per il secondo cappotto. Analogo esito ebbe il 1779, quando a luglio Bastiancino vinse per l'Onda, la quale avrebbe poi rivinto ad agosto con il fantino Brecchino.
La sorte volle che la strepitosa carriera di Bastiancino si interrompesse tragicamente nel 1780, proprio a causa di una caduta riportata in un Palio. Il 2 luglio di quell'anno Bastiancino aveva difeso, senza successo, i colori del Nicchio, montando il cavallo baio di Stefano Ticci. Ad agosto Bastiancino fu chiamato dalla contrada con cui più di tutte aveva vinto, la Chiocciola. Il barbero da montare era lo stesso di luglio. Ma quel 16 agosto Bastiancino cadde malamente da cavallo. Per i postumi dell'infortunio, morì il 7 settembre successivo, a soli 35 anni.
Furono almeno 27 le carriere cui Bastiancino prese parte. In totale Mancini ottenne 15 vittorie, che lo fanno tutt'oggi il fantino più vittorioso della storia del Palio. Il suo record fu raggiunto nel XIX secolo da Francesco Santini detto Gobbo Saragiolo, ma nessun fantino finora è mai riuscito a superarlo.
Bastiancino portò al trionfo 3 volte la Chiocciola, 2 volte l'Oca, l'Istrice, il Valdimontone e la Civetta, 1 volta il Bruco, la Torre, la Lupa e l'Onda. Sappiamo che corse, almeno una volta, anche con Leocorno, Tartuca, Giraffa, Pantera e Nicchio.

Biografia tratta da wikipedia

ALTRI CAPITOLI INERENTI

LE SCHEDE DEGLI ALTRI FANTINI
I FANTINI VITTORIOSI DI TUTTI I TEMPI
LE DATE DI NASCITA
LE STATISTICHE SULL'ETA'
PROCESSI E FATTI CURIOSI SUI FANTINI


     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena