3 luglio 1978
SELVA


CAPPOTTO REALIZZATO DAL CAVALLO URBINO DE OZIERI

L'ordine Ŕ quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei cavalli, su quelli dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
* Fantino esordiente

Timone ONDA Ercolino
Urbino de Ozieri SELVA Bastiano *
Teseo II OCA Aceto
Utrillo CHIOCCIOLA Tremoto *
Tornado VALDIMONTONE Cianchino *
Valeria DRAGO Grinta
Quebel TARTUCA Canapino II
Umorista TORRE Primula Rossa *
Tessera PANTERA Bazzino
Saputello LUPA Galletto

MOSSIERE: Carlo Palmieri


    



CAPITANO: Roberto Marini
PRIORE: Alessandro Fabbri
MANGINI: Nedo Pertini - Giorgio Sani
BARBARESCO: Pierugo Fontana

La contrada non vinceva dal 16 agosto 1974
Primo Palio vinto da questo fantino




Questo Palio segna in maniera tangibile l'avvento di una nuova generazione di fantini, infatti a contenderselo sono tre dei quattro debuttanti presenti fra i canapi. Scartati Rimini e Panezio, l'unico cavallo presente ad aver giÓ vinto Ŕ Quebel che tocca alla Tartuca. Per il resto si dice un gran bene di Saputello, Urbino e Utrillo, tutti soggetti velocissimi. Le prove sono piuttosto movimentate, nella prima Valente, nella Chiocciola, aggredisce in maniera violenta Canapino che cade, la squalifica Ŕ immediata, in San Marco arriva il giovane sardo Tremoto. Nella Prova Generale si infortunano Spillo nella Torre e Liscio nella Lupa, a sostituirli Primula Rossa e Galletto che non hanno corso nemmeno una prova. Il nuovo Mossiere Carlo Palmieri ha il suo bel da fare, la mossa Ŕ molto confusa. Dopo circa trenta minuti di attesa partono in testa Selva e Onda, il Drago cade dopo pochi metri. A San Martino Ercolino gira larghissimo, Bastiano e Urbino prendono il largo, dietro i due debuttanti sardi Tremoto e Cianchino, giovane allievo di Ciancone. Al secondo San Martino la Chiocciola si avvicina alla Selva, ma Tremoto cade, resta solo il Montone a insidiare Bastiano, mentre dalle retrovie sbuca staccatissima la Tartuca. Il vantaggio della Selva Ŕ rassicurante, Bastiano controlla da veterano il ritorno di Cianchino e si impone al suo esordio in Piazza del Campo.

(Da "Daccelo!" di Roberto Filiani)
















LE CADUTE DEI FANTINI








NUMERO UNICO


Cliccate qui per vedere il video della carriera