16 agosto 1974
SELVA

DEDICATO AL 6° ANNIVERSARIO DELLA NASCITA DI JACOPO DELLA QUERCIA


L'ordine è quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei cavalli, su quelli dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
* Fantino esordiente

Manon DRAGO Canapetta
Rimini PANTERA Ragno *
Rio Marin NICCHIO Rondone
Rucola VALDIMONTONE Bazzino
Quebel ISTRICE Giove
Orbello TORRE Spillo
Panezio SELVA Aceto
Ringo GIRAFFA Bazza
Marco Polo II ONDA Ercolino
Mirabella TARTUCA Liscio *

MOSSIERE: Ilario Atanasi


    



CAPITANO: Fabio Rugani
PRIORE: Alessandro Fabbri
MANGINI: Roberto Marini - Nedo Partini
BARBARESCO: Pier Ugo Fontana

La contrada non vinceva dal 16 agosto 1970
Il fantino non vinceva dal 17 settembre 1972




Il cavallo più ambito è senza dubbio Panezio che va alla Selva dove arriva Aceto alla terza prova. Orbello e Mirabella non sembrano dare più grosse garanzie, quindi l'antagonista più accreditata della Selva è l'Onda con Ercolino sul velocissimo Marco Polo II. Le prove sono ricche di cambi di monta, alla terza nel Montone si rivede Capretto, assente dai fatti dell'agosto 1970, ma dopo la prova il fantino sardo viene "gentilmente" invitato a farsi da parte. La mossa è caotica, c'è più di qualche scambio di posto, l'Onda risale addirittura dal nono posto fino allo steccato. Partono prime Pantera e Drago, la favorita Selva è un po' in difficoltà, ma a San Martino è già protagonista assoluta con Panezio che prende il comando con autorità, la Torre è già molto staccata ed il Montone cade. Aceto spinge Panezio con la sicurezza del campione, già al primo Casato il vantaggio della Selva è consistente. Al secondo posto c'è la Giraffa e nelle retrovie inizia la rimonta di Marco Polo II. All'inizio del terzo giro l'Onda passa seconda mentre Bazza trattiene platealmente il grigio Ringo. L'unico brivido si ha all'ultimo Casato, l'Onda sembra in grado di poter insidiare la Selva, ma è solo questione di un attimo, Aceto ha tutto il tempo di controllare l'attacco di Ercolino e di alzare per la sesta volta il nerbo, diventando, con il vecchio Bazza, il fantino più titolato in attività.

(Da "Daccelo!" di Roberto Filiani)
MASGALANI
















LE CADUTE DEI FANTINI








NUMERO UNICO


Cliccate qui per vedere il video della carriera