2 luglio 1970
GIRAFFA

DEDICATO AL 50° ANNIVERSARIO DELLA MORTE DI FEDERICO TOZZI


L'ordine è quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei cavalli, su quelli dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
* Fantino esordiente

Gabria DRAGO Morino VI
Alice K. TARTUCA Baìno
Ercole SELVA Ciancone
Macchina II PANTERA Tristezza
Samanta CIVETTA Bagoga *
Livietta LEOCORNO Canapino II
Arianna LUPA Rondone
Vandala TORRE Canapetta
Topolone GIRAFFA Bazza
Sambrina OCA Aceto

MOSSIERE: Sabatino Vanni


    



CAPITANO: Lido Saccocci
PRIORE: Pietro Bazzani
MANGINI: Mario Tanganelli - Luigi Selvolini - Fabrizio Beati
BARBARESCO: Fosco Guiggiani

La contrada non vinceva dal 24 settembre 1967
Il fantino non vinceva dal 16 agosto 1967




Settima ed ultima vittoria per Topolone, il cavallo dai tanti nomi che ha fatto sognare tutti i contradaioli. In questa occasione tocca ancora alla Giraffa, con cui ha già vinto nel 1967, a montarlo c'è l'esperto Bazza che la dirigenza di Provenzano segue da tempo. Le altre favorite sono l'Oca in cui si rivede Sambrina con il solito Aceto, la Lupa con Arianna e Rondone, rigenerato dalla vittoria dell'agosto precedente. Tutte le Contrade arrivano al Palio col fantino della prima prova, tranne la Tartuca che sostituisce Pizzighetto con Baino. La mossa è lunga e tormentata, dopo un primo annullamento al secondo allineamento Ciancone cade al canape. Il fantino della Selva è in precarie condizioni, viene medicato e dopo una lunga attesa risale a cavallo senza nerbo. Il terzo allineamento è ancora condizionato dal nervosismo di Arianna, Aceto entra quando ha molto spazio a disposizione, tutte le Contrade sono concentrate verso lo steccato, solo la Giraffa è nei pressi del verrocchio. Il Drago parte molto bene, seguito dalla Selva, la Civetta è in netto ritardo. La Torre a San Martino gira seconda, nonostante un fitto scambio di nerbate con l'Oca, non curvano Leocorno e Lupa con Arianna che termina così la sua lunga carriera. Il Drago termina in testa il primo giro, ma a San Martino la grigia Gabria è sfinita e la Selva prende il comando, la Giraffa si porta terza superando la Torre. Ciancone infortunato sta disputando un Palio eccellente, ma al secondo Casato il riottoso Ercole rifiuta per l'ennesima volta di curvare. Si porta in testa la Giraffa che davanti il Palco delle Comparse aveva superato il Drago. Per Bazza e Topolone il resto della Carriera è una formalità, al terzo Casato cade la Pantera che si era portata al secondo posto, mentre Aceto e Canapetta riprendono a nerbarsi. Nel dopo-Palio il fantino Rondone viene assediato nella chiesa della Lupa, nonostante l'ambiente volano botte pesanti e ne fanno le spese anche gli arredi sacri.

(Da "Daccelo!" di Roberto Filiani)
















LE CADUTE DEI FANTINI








NUMERO UNICO


Cliccate qui per vedere il video della carriera