16 agosto 1899
LUPA



L'ordine è quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

G. di G.Giunti ISTRICE Ugo d'Empoli
M. di L.Franci BRUCO Massimino I
B. di N.Turillazzi AQUILA Tabarre
M. di L.Brandani GIRAFFA Peggio
B. di N.Turillazzi CHIOCCIOLA Beppino
B. di U.Fregoli ONDA Bozzetto
B. di A.Butini VALDIMONTONE Pippìo
M. di A.Merlotti LEOCORNO Fiammifero
B. di E.Fabbri LUPA Bellino
B. di L.Franci SELVA Montieri

MOSSIERE: Leonildo Fabbrini






CAPITANO VITTORIOSO: Luigi Paolucci (f.f.)
PRIORE VITTORIOSO: Alfredo Rubini

La contrada non vinceva dal 16 agosto 1889
Il fantino non vinceva dal 16 agosto 1898




I migliori cavalli toccarono al Montone, Lupa, Onda e Chiocciola; discreti all'Aquila, Unicorno e Selva; cattivi all'Istrice e al Bruco; pessimo alla Giraffa. La corsa fu poco contrastata e fu vinta dalla Lupa. Dal canape partì prima la Chiocciola che tale si mantenne fino a S.Martino dove fu passata dalla Lupa, che non più raggiunta da alcuno vinse facilmente il palio. Al principio del 2° giro il fantino della Chiocciola cadde per avere fortemente battuto un ginocchio nel colonnino della vincita, e il cavallo scosso si mantenne 2° fino a S.Martino dove venne passato dall'Onda e successivamente dal Montone e dall'Aquila. Il Montone nonostante il suo bravo cavallo poco figurò perchè fu nerbato in partenza dall'Aquila e dall'Unicorno, e poi durante la corsa continuamente dall'Onda. Il fantino del Bruco cadde al 1° giro a S.Martino. Alla vincita arrivarono nell'Ordine seguente: 1 Lupa, 2 Onda, 3 Montone, 4 Aquila, 5 cavallo scosso della Chiocciola, 6 Selva 7 cavallo scosso del Bruco, 8 Unicorno, 9 Istrice, 10 Giraffa.

(Da "I quaderni del Griccioli" della Nobil Contrada dell'Aquila)