Palio di Siena

16 agosto 1895
TARTUCA



L'ordine NON nŔ quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

M. di C.Bichi OCA Montieri
S. di A.Mucciarelli VALDIMONTONE Leggerino
Farfallina CHIOCCIOLA Il Moro
B. di A.Butini TORRE Tabarre
S. di S.Borgogni LUPA Mugnaino II
G. di V.Batistini ONDA Sci˛
B. di A.Giovannelli GIRAFFA Massimino I
B. di A.Mattii PANTERA Fiammifero
B. di C.Bichi LEOCORNO Dannato
B. di A.Manetti TARTUCA Ansanello

MOSSIERE: Giovanni Cavallotto






CAPITANO VITTORIOSO: Augusto Mazzini
PRIORE VITTORIOSO: Ferdinando Pisaneschi

La contrada non vinceva dal 16 agosto 1891
Il fantino non vinceva dal 16 agosto 1889




I migliori cavalli toccarono alla Torre e alla Tartuca, discreti alla Lupa e Montone, mediocri alla Pantera ed Unicorno; cattivi all'Oca, Onda; Giraffa e Chiocciola. Il palio fu vinto dalla Tartuca. Quando quasi tutti i cavalli furono fra due canapi, la Pantera salt˛ quello anteriore, senza che caddero nÚ cavallo nÚ fantino. Furono quindi fatti tutti uscire, e fattili poi rientrare fu data la mossa, nella quale partirono prime Lupa e Torre, 3¬ la Tartuca. Giunti a S.Martino la Lupa che era di dentro strinse talmente la Torre contro i materassi che la fece soffermare, e allora la Tartuca da 3¬ pass˛ prima, e tale si mantenne per tutto il resto della corsa, riuscendo cosý vincitrice. La Lupa e la Torre continuarono a nerbarsi fino al 2░ giro alla pianata dove la Torre potŔ finalmente passare la Lupa, che alla 3¬ girata al Casato fu passata anche dal Montone. Alla vincita arrivarono nell'ordine seguente: 1¬ Tartuca, 2¬ Torre, 3░ Montone, 4¬ Lupa, 5¬ Pantera, 6¬ Chiocciola, 7¬ Giraffa, 8¬ Onda, 9¬ Oca. L'Unicorno cadde al 1░ giro a S.Martino insieme al cavallo, mentre era quarto.

(Da "I quaderni del Griccioli" della Nobil Contrada dell'Aquila)