2 luglio 1894
DRAGO



2° CAPPOTTO REALIZZATO DA TABARRE

L'ordine NON è quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

M. di A.Gracci ONDA Mugnaino II
M. di S.Sampieri CHIOCCIOLA Il Moro
M. di F.Guiggiani AQUILA Sciò
B. di A.Pieri BRUCO Citto
G. di G.Boscagli ISTRICE Fiammifero
M. di S.Borgogni DRAGO Tabarre
M. di N.Nardi TORRE Leggerino
B. di A.Gracci CIVETTA Bozzetto
Farfallina NICCHIO Massimino I
B. di A.Gracci TARTUCA Tagatta

MOSSIERE: Lodovico Tito Sarrocchi   






CAPITANO VITTORIOSO: Giulio Barabesi
PRIORE VITTORIOSO: Patrizio Chiusarelli

La contrada non vinceva dal 16 agosto 1890
Il fantino non vinceva dal 16 agosto 1893



I migliori cavalli toccarono al Drago, Torre e Civetta; discreti al Bruco e alla Tartuca; mediocri al Nicchio e all'Istrice; cattivi alla Chiocciola, Onda e Aquila. La 1ª prova fu vinta dalla Torre; la 2ª dalla Civetta; la 3ª la 4ª e la Prova Generale dal Drago, la Provaccia dal Bruco. Il palio fu vinto dal Drago. Bellissima fu la mossa. Primi a partire furono Chiocciola e Drago, ma poco dopo un poche di nerbate il Drago prendeva il primo posto che senza alcun contrasto conservò per tutto il resto della corsa. Alla 1ª girata la Tartuca, avendo un cavallo difficoltoso a voltare andò a S.Martino, specialmente perchè spintasi dalla Chiocciola. Al Casato al 1° giro caddero con il loro cavallo Bruco e Civetta, onde la corsa perse molto interesse non rimanendo in gara dei buoni cavalli che Drago e Torre, ma il fantino di quest'ultima cadde al 2° giro a S.Martino, onde il Drago vinse come abbiamo detto senza alcuna difficoltà.
  

La vincita di questo palio costò alla Contrada del Drago £ 3344,55, il capitano Sig. Giulio Barabesi regalò £ 1000. La detta vittoria fu solennemente festeggiata la Domenica 26 Agosto con un banchetto, illuminazione, e ricevimento con intervento di banda. Al banchetto sono ascritti N° 75 ed ha luogo nella sala della Società di Camporegio. L'illuminazione comincia da Via Poggio Malavolti, Piazza Pianigiani, e si estende per tutta la Via del Paradiso. La nota del banchetto è la seguente: Principi di tavola - Minestra con rigaglie - Lesso di pollo e magro - Cotoletta di vitella con contorno - Arrosto (un piccione) - Dolce - Frutta e formaggio - Vino Chianti e Marsala - Caffè.

(Da "I quaderni del Griccioli" della Nobil Contrada dell'Aquila)