2 luglio 1878
DRAGO



L'ordine NON è quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

* Fantino esordiente
¹ La Pantera sostituì l'Aquila che rinunciò a correre il Palio

M. di M.Orlandini CHIOCCIOLA Filusella *
B. di N.Nardi DRAGO Marzialetto
B. di N.Ceccarelli ONDA Pirrino
G. di A.Amaddii VALDIMONTONE Leggerino
M. di G.Coradeschi CIVETTA Stoccolungo
M. di P.Brandani ISTRICE Bachicche
M. di A.Franci SELVA Nula
M. di F.Fanetti GIRAFFA Pagliarone *
B. di G.Bartali OCA Gano di Catera
M. di V.Ramalli PANTERA ¹ Seccaticci Augustavo

GIUDICI DELLA MOSSA: Pietro Ottieri della Ciaja e Tiberio Barlucchi


       



CAPITANO VITTORIOSO: Virgilio Serchi
PRIORE VITTORIOSO: Girolamo Pippi

La contrada non vinceva dal 16 agosto 1874
Il fantino non vinceva dal 4 luglio 1869




Corsero di diritto: Chiocciola, Drago, Onda, Montone, Civetta, Istrice, Aquila (ma il Seggio della medesima con lettera del 9 giugno 1878 renunziava a prendere parte a questa corsa, congiuntamente furono estratte onde completare il numero, 4 Contrade, e cioè: Selva, Giraffa, Oca, Pantera. In quanto alla Pantera, nell'adunanza dei Rappresentanti delle Contrade del 19 Giugno 1878, fu stabilito che essa avrebbe preso parte di diritto al palio del 2 luglio 1879, poichè nelle corse di quest'anno essa aveva sostituito l'Aquila onde completare il numero delle dieci. I migliori cavalli toccarono al Drago, una baia di Narciso Nardi; all'Onda, una baia di Natale Ceccarelli; alla Selva, un morello di Angelo Franci. Vinse il Drago. Furono date 3 mosse. La corsa riuscì con gara e molto contrasto. Al terzo giro, dopo la voltata del Casato trovavasi ancora prima l'Onda allorchè il Drago la raggiunse e la passò circa il Palazzo d'Elci, la Selva pure erasi accostata molto all'Onda, in modo che alla vincita queste tre contrade formarono un sol gruppo. Una prova fu vinta dal Drago, 3 dall'Onda, una dal Montone, e una dalla Selva.

L'On.le Giunta Municipale con deliberazione del 12 Luglio 1878 deliberava quanto appresso. Esclusione dalla corsa del 16 Agosto 1878 del fantino della Chiocciola (E.Bini detto Firusella) e di quello dell'Onda (L.Franci detto Pirrino) per avere spinto i loro cavalli alla corsa prima che fosse dato il segnale della mossa, ed avere continuato a correre nonostante lo sparo del mortaretto fino alla voltata del Casato, ne si fermavano perchè impediti a proseguire dai R.Carabinieri a cavallo; esclusione dalle corse per 3 anni del fantino della Pantera (E.Seccaticci) per avere ambedue alla mossa e prima che fosse dato il segnale della partenza replicamente nerbato il fantino della Selva; e finalmente l'esclusione dalle corse per 2 anni del fantino dell'Oca (G.Bastianelli detto Gano di Catera) per avere esso pure alla mossa e prima che fosse dato il segnale della partenza nerbato il fantino del Montone.

  
Cena del Drago. In una delle successive Domeniche di Luglio la Contrada del Drago festeggiò questa vittoria con una cena tenuta nel chiostro interno all'ex-convento del Paradiso, addobbando e illuminando detto chiostro.

(Da "I quaderni del Griccioli" della Nobil Contrada dell'Aquila)