17 agosto 1876
LUPA

Palio alla Romana


Palio riconosciuto ufficialmente con delibera comunale n. 805 del 4 agosto 1907
L'ordine NON Ŕ quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine

╣ Vincitore del 2░ premio

n.r. CIVETTA n.r.
n.r. ISTRICE Bachicche
n.r. LEOCORNO n.r.
n.r. LUPA Leggerino
n.r. OCA n.r.
n.r. ONDA n.r.
n.r. PANTERA n.r.
n.r. SELVA Nula ╣
n.r. TARTUCA n.r.

GIUDICI DELLA MOSSA: Francesco Granci e Camillo Nardi

CAPITANO VITTORIOSO: Cesare Bicci
PRIORE VITTORIOSO: Giovanni Bechelli

La contrada non vinceva dal 15 agosto 1867
Il fantino non vinceva dal 16 agosto 1875




  
Anche quest'anno a cura della SocietÓ delle Feste ebbe luogo in piazza Vittorio Emanuele II un palio alla Romana. La sorte favorý le Contrade Oca, Torre, Lupa, Onda, Istrice, Selva, Civetta, Unicorno e Pantera. Procedutoli alle 3 corse di prova per stabilire quali contrade avrebbero corso la decisiva si ebbe il seguente resultato:
1¬ Corsa - Civetta, Lupa e Leocorno - Vinse la Lupa
2¬ Corsa - Torre, Istrice e Selva - Vinse l'Istrice
3¬ Corsa - Oca, Onda e Pantera - Vinse l'Onda
Nella corsa decisiva presero parte: Lupa, Onda e Istrice, e vinse la Lupa con il fantino Antonio Salmoria detto Leggerino. Successivamente venne eseguita fra le altre 6 Contrade la corsa di Consolazione che fu vinta dalla Selva con il fantino Dante Rigoli.