16 agosto 1875
VALDIMONTONE



L'ordine è quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

* Fantino esordiente

B. di C.Vannini TARTUCA Rocco
M. di M.Gigli ISTRICE Bachicche
B. di G.B.Giardi SELVA Girocche
S. di A.Amaddii LEOCORNO Sordo
G. di L.Pisani ONDA Citto
B. di A.Franci VALDIMONTONE Leggerino
M. di A.Franci BRUCO Nula *
M. di G.Fracassi PANTERA Cecco
B. di G.Bartali LUPA Moro I *
B. di N.Ceccarelli TORRE Mulatto *

GIUDICI DELLA MOSSA: Francesco Granci e Camillo Nardi

CAPITANO VITTORIOSO: Silvio Bellaccini
PRIORE VITTORIOSO: Celso Bargagli

La contrada non vinceva dal 16 agosto 1852
Primo Palio vinto da questo fantino




  

  
corsa di consolazione

Vinse il Montone con una cavalla baia di Arcangelo Amaddii. Oltre a quello vincitore i migliori cavalli erano quello della Tartuca, un baio di Celso Vannini, e forse superiore a tutti, ma non pratico della piazza; e quello dell'Onda che era il famoso stornino del Pisani. Erano discreti quelli della Selva, Istrice, Torre e Lupa; i peggiori toccarono alla Pantera, Bruco ed Unicorno. La mossa venne data con troppa sollecitudine, poichè due Contrade non avevano preso posto fra i due canapi; scappò primo l'Istrice, 2ª l'Onda, 3ª la Tartuca, fra gli ultimi scappò il Montone. Alla voltata di S.Martino l'Onda arrivò l'Istrice e fra i due fantini si accese una forte lotta di nerbate. Alla salita del Casato la Tartuca raggiunse le due prime, e dopo la voltata rimasero: 1ª Onda, 2ª Tartuca, 3° Istrice. La Tartuca acquista sempre terreno e finalmente potè passare l'Onda dopo che i fantini si furono scambiate molte nerbate. Ecco intanto il Montone passa l'istrice, raggiunge l'Onda, stanno un poco insieme nerbandosi e alfine il Montone passa avanti e sempre più si avvicinava alla Tartuca. Alla salita del Casato il Montone acquista maggiore velocità e si accosta moltissimo alla Tartuca, e dopo la voltata la raggiunge. Finalmente pochi passi avanti il bandierino della vincita il Montone può passare la Tartuca e così rimanere vincitore. Una prova fu vinta dalla Tartuca e tutte le altre dal Montone, tranne quella generale in cui non fu possibile ben giudicare se rimanesse vincitore il Montone oppure l'Onda; essendo entrambi giunti insieme al bandierino indicante la vincita.

(Da "I quaderni del Griccioli" della Nobil Contrada dell'Aquila)