16 agosto 1868
OCA



2° CAPPOTTO REALIZZATO DA PAOLACCINO

L'ordine è quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

* Fantino esordiente

G. di L.Grandi ONDA Girocche
B. di A.Orlandini TARTUCA Romano
B. di O.Bonelli NICCHIO Bachicche
M. di G.Merlotti CHIOCCIOLA Figlio di Bonino
M. di A.Amaddii BRUCO Rocco *
B. di E.Cecconi OCA Paolaccino
B. di A.Barducci GIRAFFA Marzialetto
M. di S.Franci TORRE Cecco
B. di G.Ciabattini DRAGO Gambino
B. di L.Grandi CIVETTA Mascherino

GIUDICI DELLA MOSSA: Antonio Moriani e Antonio Comucci

CAPITANO VITTORIOSO: Francesco Grassini
PRIORE VITTORIOSO: Augusto Ciabattini

La contrada non vinceva dal 2 giugno 1861
Il fantino non vinceva dal 2 luglio 1868






Semplice Palio. La mossa fu data fra i due canapi andò discretamente, scapparon primi Torre, e Civetta che furono raggiunte dall'Onda, che si mantenne prima sino all'ultima girata, fu un Palio molto contrastato fra Onda, e Oca, ci seguì molte nerbate. Chiocciola e Drago, rimasero al canape, il Drago si mosse alla seconda girata, e si mise a nerbare l'Oca. In quest'epoca la spesa per correre il Palio faceva carico ad ogni singola Contrada. La Contrada dell'Aquila chiese di non essere imbossolata per l'estrazione a sorte a causa delle sue non floride condizioni economiche. (A. Comucci «Il Palio di Siena dal 1865 al 1884» ms.).

(Da "Le Carriere nel Campo e le feste Senesi dal 1650 al 1914" a cura di Antonio Zazzeroni)