4 luglio 1858
OCA



L'ordine è quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

* Fantino esordiente

G. di S.Franci TORRE Manciano *
G. di M.Guerrini DRAGO Toto
G. di A.Raveggi ISTRICE Lucchino *
M. di V.Piazzesi NICCHIO Piccolo Campanino
M. di F.Rocchigiani CIVETTA Pilesse
B. di G.Merlotti OCA Gano di Catera
G. di G.Pasciarelli AQUILA Partino Minore
B. di G.Ciabattini GIRAFFA Spagnoletto
B. di M.Amaddii VALDIMONTONE Paolaccino
M. di F.Grassini PANTERA Mascherino

GIUDICI DELLA MOSSA: G.Battista Ottieri della Ciaja e Odoardo Lodoli

CAPITANO VITTORIOSO: Luigi Lippi
GOVERNATORE VITTORIOSO: Camillo Lodoli

La contrada non vinceva dal 21 ottobre 1849
Unico Palio vinto da questo fantino




  
Bella mossa molto favorevole all'Oca e bella Carriera. Scappò prima l'Oca e tale si mantenne, molte nerbate fra Montone e Giraffa, il Nicchio parimente con cattivo cavallo fece molto impedendo al Montone, e alla Pantera di passare, la Giraffa all'ultima girata al Casato aveva raggiunto l'Oca ma fu tenuta indietro dal Fantino dell'Oca a forza di nerbo, e non potè passare, in questa carriera non cadde nessuno. In quest'anno furono pubblicati due diversi manifesti contenenti disposizioni per la corsa del Palio di cui uno emanato dall'Autorità Governativa e l'altro dall'autorità Municipale.

(Da "Le Carriere nel Campo e le feste Senesi dal 1650 al 1914" a cura di Antonio Zazzeroni)