16 agosto 1857
LEOCORNO



L'ordine Ŕ quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

M. di S.Franci BRUCO Partino Minore
M. di G.B.Semplici DRAGO Figlio di Bonino
M. di V.Piazzesi OCA Gano di Catera
M. di G.Pasciarelli ONDA Spagnoletto
M. di G.Giovannelli PANTERA Paolaccino
M. di A.Orlandini ISTRICE Piccolo Campanino
B. di D.Partini GIRAFFA Pilesse
B. di P.Bandini CIVETTA Bachicche
B. di G.Merlotti LEOCORNO Mascherino
B. di G.Ciabattini AQUILA Fiorentino

GIUDICI DELLA MOSSA: G.Battista Ottieri della Ciaja e Odoardo Lodoli

CAPITANO VITTORIOSO: Flavio Muzzi
PRIORE VITTORIOSO: Bartolomeo Cospi Bill˛

La contrada non vinceva dal 3 luglio 1853
Primo Palio vinto da questo fantino




Mossa discreta, carriera poco gareggiata, la Contrada del Bruco cadde alla Fonte alla seconda girata, e la Civetta ai Palchi di S. Martino, si dice che tutte le contrade propendessero per far vincere l'Oca, ma il Fantino del Leocorno avvedutosi del fatto procur˛ di vincere come di fatti fece.

(Da "Le Carriere nel Campo e le feste Senesi dal 1650 al 1914" a cura di Antonio Zazzeroni)