17 agosto 1856
TORRE



L'ordine Ŕ quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

B. di P.Cresti CIVETTA Ghiozzo
B. di P.Cianchelli LUPA Zurlino
M. di M.Guglielmi PANTERA Spagnoletto
G. di L.Cecchi OCA Paolaccino
M. di V.Piazzesi NICCHIO Gano di Catera
B. di D.Merlotti SELVA Partino Minore
M. di S.Franci TORRE Figlio di Bonino
B. di L.Poggialesi TARTUCA Fiorentino
G. di A.Cicali CHIOCCIOLA Piccolo Campanino
M. di D.Merlotti VALDIMONTONE Stralanchi

GIUDICI DELLA MOSSA: G.Battista Ottieri della Ciaja e Odoardo Lodoli

CAPITANO VITTORIOSO: Eustachio Calvani
PRIORE VITTORIOSO: Lorenzo Doveri

La contrada non vinceva dal 3 luglio 1853
Il fantino non vinceva dal 4 luglio 1847




Discreta mossa, e bella carriera, perchŔ sino all'ultima girata al Casato non si potea sapere chi avrebbe vinto, alla vincita rimase sul cavallo altro che la contrada vincitrice, le altre chi prima chi dopo caddero tutte, in questo Palio vi furono moltissime nerbate.

(Da "Le Carriere nel Campo e le feste Senesi dal 1650 al 1914" a cura di Antonio Zazzeroni)