17 agosto 1842
BRUCO



1° CAPPOTTO REALIZZATO DA QUESTA CONTRADA
CAPPOTTO REALIZZATO DA FIGLIO DI BONINO

L'ordine è quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

* Fantino esordiente

B. di D.Chiantini VALDIMONTONE Baule
M. di V.Cresti OCA Fornaio
B. di L.Turillazzi GIRAFFA Giacco
M. di B.Cerpi DRAGO Partino Maggiore
B. di G.Pesucci ONDA Campanino
B. di M.Bagnoli PANTERA Bonino
B. di L.Barbetti LEOCORNO Ghiozzo
M. di A.Riccucci BRUCO Figlio di Bonino
B. di G.Bianciardi ISTRICE Saltatore
M. di E.Bagnoli CIVETTA Prete

GIUDICI DELLA MOSSA: Enrico Mocenni e Remigio Bellugi

CAPITANO VITTORIOSO: Cesare Bichi Borghesi
RETTORE VITTORIOSO: Francesco Gonzi

La contrada non vinceva dal 2 luglio 1842
Il fantino non vinceva dal 3 luglio 1842




Fu corso in questo giorno per essere stato il giorno antecedente impedito dalla pioggia e ci fu timore di non poterlo eseguire neppure in questo giorno per essere piovuto fino al tardi. La pioggia incominciata fino dalle ore 12 della mattina dell'Assunta impedì la Corsa dei cavalli alla Lunga in detto giorno che pure ebbe luogo la mattina del dì 16 a ore 12. La detta Corsa alla tonda fu decorata secondo il solito e reste vittoriosa la Contrada del Bruco coll'istesso cavallo e fantino del 2 luglio, nel cavallo morello di Antonio Riccucci fabbro a Grotti. La carriera riuscì sufficientemente garosa giaché per una girata e mezzo fu prima la Civetta che restò molto indietro, quindi entrò prima l'Onda che questi subito fu passata dal Bruco che non fu più passato e vinse.

(Da "Memorie di Palio a cavallo tre secoli" a cura di Paolo Tertulliano Lombardi)