2 luglio 1841
OCA



2° CAPPOTTO REALIZZATO DA CAMPANINO

L'ordine è quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

* Fantino esordiente

M. di D.Tanzini GIRAFFA Giacco
B. di D.Chiantini PANTERA Figlio di Bonino *
B. di P.Cianchelli TORRE Fornaio
M. di S.Rogani DRAGO Gobbo Saragiolo
B. di N.Bianciardi LUPA Ghiozzo
B. di L.Parrini AQUILA Prete
M. di F.Gonzi ISTRICE Cilla
M. di L.Bizzarri OCA Campanino
B. di L.Barbetti LEOCORNO Betto
B. di G.Piazzesi VALDIMONTONE Spavento

GIUDICI DELLA MOSSA: Enrico Mocenni e Giorgio De Vecchi





CAPITANO VITTORIOSO: Niccolò Bandini
GOVERNATORE VITTORIOSO: Silvestro Pometti

La contrada non vinceva dal 16 agosto 1832
Il fantino non vinceva dal 16 agosto 1840




Vinse il Palio la Contrada dell'Oca correndoci Campanino nel cavallo morello di Lodovico Bizzarri. La Carriera fu pochissimo contrastata perché data la mossa scappò primo a gran distanza l'Unicorno, che alla seconda girata fu passato dall'Oca che restò sempre prima, e l'Unicorno secondo, ed a vincita di Palio oltre queste due non vi era restato che il Val di Montone che arrivò terzo, giacché la Lupa ove correva Ghiozzo, ed il Drago ove correva il Gobbo, che avevano due buoni cavalli, erano caduti, il Drago a S. Martino alla prima girata insieme colla Giraffa, e la Lupa alla seconda girata poco dopo il palco dei Giudici, e le altre Contrade nulla figurarono.

(Da "Memorie di Palio a cavallo tre secoli" a cura di Paolo Tertulliano Lombardi)