2 luglio 1840
SELVA



L'ordine è quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

* Fantino esordiente

B. di L.Barbetti TARTUCA Prete
M. di G.Soldatini NICCHIO Giacco
M. di C.Rocchi OCA Partino Minore
B. di F.Pasquini CIVETTA Cilla
B. di A.Boscagli VALDIMONTONE Spavento
M. di G.Poggiali BRUCO Conchiglia
B. di A.Rogani SELVA Gobbo Saragiolo
B. di F.Gonzi ONDA Campanino
M. di N.Bianciardi CHIOCCIOLA Diavoletto
B. di G.Piazzesi LEOCORNO Fornaio *

GIUDICI DELLA MOSSA: G.Battista Ottieri della Ciaja e Tommaso Piccolomini

CAPITANO VITTORIOSO: Angelo Del Lungo
PRIORE VITTORIOSO: Antonio Rinieri de'Rocchi

La contrada non vinceva dal 17 agosto 1794
Il fantino non vinceva dal 16 agosto 1839




  
Vinse il Palio la Selva nel cavallo bajo scuro di Antonio Rogani detto il Mannajoni 86 anni che non aveva vinto di luglio. La Corsa non fu contrastata che dall'Onda la quale scappò dalla mossa prima di tutte le altre Contrade ed alla seconda girata fu passata dalla Selva e restò seconda essendo l'altri cavalli a qualche distanza. Il fantino della Selva era il Gobbo, e quello dell'Onda Campanino.

(Da "Memorie di Palio a cavallo tre secoli" a cura di Paolo Tertulliano Lombardi)