2 luglio 1797
TARTUCA



L'ordine è quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

* Fantino esordiente

M. di A.Livi ISTRICE Vincenzo *
M. di A.Ceroni TORRE Contadino *
G. di L.Pianigiani LUPA Biggéri
M. di S.Ceccarelli TARTUCA Ciocio
M. di G.Burroni PANTERA Gobbo Chiarini
M. di L.Faleri LEOCORNO Sansoncino *
M. di G.Gigli SELVA Gigi Bestia
M. di G.Baldini BRUCO Polpettino *
B. di G.Righi DRAGO Nacche
B. di G.Rubini VALDIMONTONE Pancianera

GIUDICI DELLA MOSSA: Augusto Grassi e Ferdinando Pieri

CAPITANO VITTORIOSO: Francesco Fineschi

La contrada non vinceva dal 16 agosto 1790
Il fantino non vinceva dal 16 agosto 1793




La Lupa, che si credeva dovesse vincere, scappò prima ma non potè voltare a S.Martino, dicesi perché si strappò, e si ruppe qualcosa alla briglia. Passò avanti la Tartuca e rimase sempre prima. La Pantera tenne il Drago, che forse avrebbe vinto, e la Pantera per due giri fu seconda, a vincita di Palio il Drago fu secondo, terzo il Bruco, e quarta la Pantera.

(Da "Memorie di Palio a cavallo tre secoli" a cura di Paolo Tertulliano Lombardi)