18 agosto 1789
OCA



L'ordine è quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

* Fantino esordiente

B. di A.Pistoj TARTUCA Begnamino
M. di B.Querci GIRAFFA Dorino
M. di G.Batazzi LEOCORNO Ciocio
B. di F.Nepi ISTRICE Groppasecca
B. di G.Petrini SELVA Mattiaccio
M. di F.Baldi OCA Pacchiano
F. di G.Parrini DRAGO Gigi Bestia
M. di L.Dei LUPA Nacche
B. di G.Casini TORRE Biggéri
G. di Q.Micheli VALDIMONTONE Baffino

Questa combinazione di 10 contrade si verificò pure il 2 luglio 1827 (cfr.)
GIUDICI DELLA MOSSA: Carlo Landi e Marcello Sergardi

CAPITANO VITTORIOSO: Pasquale Bernardi

La contrada non vinceva dal 2 luglio 1782
Il fantino non vinceva dal 17 agosto 1785




Questo palio fu fatto correre dall'impresario del Teatro per trattenere i forestieri, e ne aveva stabilita l'effettuazione per il giorno 17, ma circa le ore 3 pom. di detto giorno cadde una dirotta pioggia che portò via tutta la terra, onde dal R.o Governo fu determinato rimetterlo al giorno successivo.
Alquanto bella riuscì la corsa.
Dalla mossa scappò primo il Leocorno ma fu subito passato dalla Lupa che entrò prima e dalla Giraffa.
Intanto la Giraffa e la Torre volevano passare ad ogni costo la Lupa, ma la Torre essendo stata stretta troppo allo steccato andò in terra.
Alla terza girata al Casato la Lupa essendo per essere passata dalla Giraffa si mise a nerbarla e la chiappò, onde l'Oca che era terza passò avanti e vinse il palio con il fantino soprannominato Pacchiano (Angelo Pacchiani).
Nella Torre ci correva Biggéri, nella Giraffa Dorino.
Era Capitano dell'Oca il Sig.re Pasquale Bernardi.

(Da "I quaderni del Griccioli" della Nobil Contrada dell'Aquila)