16 agosto 1782
NICCHIO



L'ordine Ŕ quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

* Fantino esordiente

B. di L.Testi LUPA Marcaccio
M. di L.Dei OCA Serotine
B. di G.Gigli NICCHIO Nacche
S. di G.Pistoj GIRAFFA Dorino
S. di A.Boni LEOCORNO Begnamino
S. di G.Nardi PANTERA Pacchiano *
G. di A.Cortecci VALDIMONTONE Grillo
G. di P.Bardi CHIOCCIOLA Ciocio
M. di A.Coppi ONDA Romeo
G. di A.Bianciardi SELVA Sorbino

GIUDICI DELLA MOSSA: Carlo Belanti e Virgilio De Vecchi

CAPITANO VITTORIOSO: Valerio Giuntini

La contrada non vinceva dal 16 agosto 1780
Il fantino non vinceva dal 16 agosto 1780




Vinse il Nicchio con il fantino Luigi Sucini detto Nacche, il quale entrato 1░ alla prima girata a S.Martino, non essendo stato pi¨ raggiunto da alcuno, vinse molto facilmente.
Il Leocorno, a cui era toccato in sorte il famoso cavallo chiamato Bocchino, che due anni dopo vinse il palio alla lunga, cadde alla 2¬ girata.
Il cavallo vincitore era di Giuseppe Gigli.

(Da "I quaderni del Griccioli" della Nobil Contrada dell'Aquila)