2 luglio 1779
ONDA



1░ CAPPOTTO REALIZZATO DA QUESTA CONTRADA

L'ordine Ŕ quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

G. di L.Cetti CHIOCCIOLA Sorba
S. di F.Rusperti ISTRICE Marcaccio
S. di P.Testi AQUILA Nacche
M. di S.Felloni TARTUCA Batticulo
S. di F.Faiticher BRUCO Serotine
S. di G.Coppi OCA Gigi Bestia
G. di G.Casini LUPA Ciocio
G. di S.Ticci ONDA Bastiancino
S. di A.Ponziani NICCHIO Brecchino
S. di L.Dei LEOCORNO Romeo

GIUDICI DELLA MOSSA: Mario Bianchi e Fulvio Buonsignori

CAPITANO VITTORIOSO: Camillo Pieraccini

La contrada non vinceva dal 3 luglio 1757
Il fantino non vinceva dal 2 luglio 1778




La mossa, causa disordini suscitati dal Nicchio e dal Leocorno per avere tardato nel presentarsi al canape, fu data due volte.
Durante la corsa tre dei migliori cavalli andarono in S.Martino.
La vincitrice fu l'Onda correndoci il fantino Mattio Mancini detto Bastiancino.
Era Capitano dell'Onda Camillo Pieraccini.
Il cavallo vincitore era proprietÓ di Stefano Ticci.

(Da "I quaderni del Griccioli" della Nobil Contrada dell'Aquila)