2 luglio 1776
TORRE



L'ordine Ŕ quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

S. di G.Nardi CIVETTA Ignoto d'Asciano
G. di G.Santini VALDIMONTONE Bastiancino
S. di P.Bagnacci OCA Nacche
S. di F.Pozzesi ONDA Giangetto
G. di S.Felloni BRUCO Serotine
B. dell'Oste del Pavone LEOCORNO Sorba
M. di A.Gambassi TORRE Batticulo
G. di F. di Grotti PANTERA Gremigna
B. di G.Casini DRAGO Castagnino
G. di G.Pignotti LUPA Romeo

GIUDICI DELLA MOSSA: Virgilio De Vecchi e Emilio Piccolomini

CAPITANO VITTORIOSO: Giuseppe Gamberucci

La contrada non vinceva dal 14 maggio 1767
Il fantino non vinceva dal 2 luglio 1774




Vinse la Torre correndoci il fantino soprannominato Batticulo; e ci˛ avvenne al seguito di essersi fra loro tenuti i migliori fantini, i quali tutti montavano cavalli che con molta probabilitÓ potevano vincere il palio.
Fu in quest'anno ordinato che per l'avvenire per evitare ogni inconveniente, prima che entrassero le comparse in Piazza s'innaffiasse ben bene la pista.
(Questa deliberazione fu motivata dall'incidente sorto a proposito dell'Onda nel palio del 16 Agosto 1775).

(Da "I quaderni del Griccioli" della Nobil Contrada dell'Aquila)