2 luglio 1769
TARTUCA



L'ordine è quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

S. di A.Morandi CHIOCCIOLA n.r.
B. di G.Becarelli LUPA n.r.
M. di D.Bonacchi VALDIMONTONE n.r.
M. di A.Coppi ONDA n.r.
G. di C.Falorsi DRAGO n.r.
B. di B.Pocaterra BRUCO n.r.
G. di S.Felloni SELVA n.r.
S. di G.Ricci CIVETTA n.r.
S. di G.Nardi PANTERA n.r.
B. di M.Mancini TARTUCA Nacche

GIUDICI DELLA MOSSA: Carlo Landi e Filippo Sergardi

CAPITANO VITTORIOSO: Luigi Fagnani

La contrada non vinceva dal 4 luglio 1756
Il fantino non vinceva dal 16 agosto 1768




Vinse la Tartuca correndoci Luigi Sucini detto Nacche.
Durante la corsa diversi fantini si chiapparono e si nerbarono a vicenda, fra i quali quello del Bruco con quello della Selva; successivamente il Bruco chiappò la Pantera tenendola per circa mezzo giro, la qual cosa dette agio alla Tartuca di potersi liberamente non poco avvantaggiare e vincere il palio.

(Da "I quaderni del Griccioli" della Nobil Contrada dell'Aquila)