2 luglio 1768
ISTRICE



L'ordine Ŕ quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

B. di S.Felloni TORRE n.r.
B. di M.Mancini GIRAFFA n.r.
S. di S.Felloni OCA n.r.
M. di C.Falorsi NICCHIO n.r.
R. dell'Oste della Scala VALDIMONTONE n.r.
M. di S.Felli LEOCORNO n.r.
M. di A.Coppi AQUILA n.r.
M. di F.Tendi ISTRICE Giuseppe di Vescovado
G. di P.Rogani PANTERA n.r.
M. di G.Becarelli SELVA Bastiancino

GIUDICI DELLA MOSSA: Carlo Landi e Filippo Sergardi

CAPITANO VITTORIOSO: Filippo Faiticher

La contrada non vinceva dal 2 luglio 1766
Unico Palio vinto da questo fantino




Vinse l'Istrice correndoci Giuseppe Butelli di Vescovado.
La Selva, ove correva Bastiancino, partita prima dalla mossa aveva giÓ guadagnato terreno, allorchŔ il suo fantino avendo voltato troppo stretto a S.Martino cadde, il cavallo scosso continu˛ la corsa rimanendo primo ma il fantino dell'Istrice poco dopo lo raggiunse ed afferratolo per la briglia lo tenne indietro, e ci˛ valse a che l'Istrice vincesse il palio.
Ultimo anno che ridettero i cavalli presso il Prato a Camollia.

(Da "I quaderni del Griccioli" della Nobil Contrada dell'Aquila)