16 agosto 1758
LUPA



CAPPOTTO REALIZZATO DA BASTIANONE

L'ordine Ŕ quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

S. di G.Rabazzi PANTERA n.r.
B. di A.Provvedi OCA n.r.
S. di F.Ricci AQUILA n.r.
S. di G.Cipriani SELVA n.r.
S. di G.Rabazzi TARTUCA n.r.
M. di G.Giannotti LUPA Bastianone
M. di T.Granci LEOCORNO n.r.
S. di G.Gamberucci ISTRICE n.r.
M. di B.Rossi BRUCO n.r.
G. di G.Ticci NICCHIO n.r.

GIUDICI DELLA MOSSA: Antonio Piccolomini Del Testa e Pandolfo Spannocchi

CAPITANO VITTORIOSO: Giovanni Lotti

La contrada non vinceva dal 16 agosto 1756
Il fantino non vinceva dal 3 luglio 1757




La Torre fece ricorrere il palio, dando in premio 40 talleri.
Diverse contrade furono prime durante la corsa, ed i fantini si scambiarono molte nerbate; finalmente vinse la Lupa, correndoci Antonio Giovannetti detto Bastianone.

(Da "I quaderni del Griccioli" della Nobil Contrada dell'Aquila)