4 luglio 1756
TARTUCA



L'ordine Ŕ quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

S. del Bruschi CHIOCCIOLA Bastiancione
S. di F.Ricci TORRE n.r.
M. di T.Granci NICCHIO n.r.
F. di F.Ricci GIRAFFA n.r.
S. dell'Oste della Scala OCA n.r.
S. di T.Granci ISTRICE n.r.
M. di L.Bellaccini BRUCO n.r.
M. di G.Vichi TARTUCA Luchino
B. di F.Ricci SELVA Ministro
S. dell'Oste delle Donzelle  DRAGO n.r.

GIUDICI DELLA MOSSA: Scipione Ballati Nerli e Giovanni Nerucci

CAPITANO VITTORIOSO: Francesco Bindi

La contrada non vinceva dal 2 luglio 1735
Il fantino non vinceva dal 2 luglio 1753




Palio mediocre. Il fantino Luchino prese con una mano le briglie del cavallo della Selva e, lasciate completamente le redini, con l'altra mano nerb˛ il cavallo della Chiocciola impedendogli di passare, e vincendo della sola testa del proprio cavallo. Il Capitano della Chiocciola fu colto da malore e prontamente soccorso dagli altri capitani che ebbero dure parole verso alcuni tartuchini tanto da evitare un tumulto. I Contradaioli della Chiocciola per la perdita del Palio (o forse perchŔ la Tartuca aveva vinto senza entusiasmo) fecero festa per alcune sere. (Ms. Contrada dell'Onda c. 173).

(Da "Le Carriere nel Campo e le feste Senesi dal 1650 al 1914" a cura di Antonio Zazzeroni)