2 luglio 1752
CHIOCCIOLA



L'ordine è quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

B. di G.Giannetti VALDIMONTONE n.r.
G. di G.Mazzini GIRAFFA n.r.
S. di T.Granci TORRE n.r.
B. di A.Romanelli ISTRICE n.r.
B. di A.Bianchini BRUCO n.r.
G. di F.Pazzagli DRAGO n.r.
B. dell'oste delle Donzelle  OCA n.r.
B. di A.Romanelli LUPA n.r.
G. di F.Papi TARTUCA n.r.
S. della Posta di Siena  CHIOCCIOLA Bechino

GIUDICI DELLA MOSSA: Niccolò Marescotti e Antonio Pannilini

CAPITANO VITTORIOSO: Pietro Bergamini

La contrada non vinceva dal 16 agosto 1743
Primo Palio vinto da questo fantino




Doveva vincere questo Palio la Contrada di Valdimontone a cui era toccato in sorte un cavallo di Antonio Giannetti, cappellaio in Piazza, detto il Bomba. Rimase in testa il Montone fino all'ultima girata dove fu superato dalla Chiocciola che vinse il Palio. Giuseppe Petrini nel manoscritto contrassegnato con la lettera B conservato nella Contrada di Val di Montone - atti e memorie dal 1750 al 1787 - c. 6, conclude la descrizione di questa carriera col dire: «... si perse un paglio che ci pareva di averlo in tasca e così fu finita la festa con essere burlati da tutta la città perchè i nostri avevano fatto dimostrazioni troppo aperte e ci cantonno molte satire e sonetti».

(Da "Le Carriere nel Campo e le feste Senesi dal 1650 al 1914" a cura di Antonio Zazzeroni)