16 agosto 1744
PANTERA



L'ordine Ŕ quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

M. dell'oste della Scala GIRAFFA n.r.
B. del Giannotti LEOCORNO n.r.
B. dell'oste del Sole AQUILA n.r.
G. di G.Giannotti ONDA n.r.
G. del Borghi ISTRICE n.r.
B. del Bulgherini TORRE n.r.
M. del Maddali PANTERA Bechino
B. del Bonucci TARTUCA n.r.
B. del Fantozzi SELVA n.r.
B. dell'oste della Scala DRAGO n.r.

GIUDICI DELLA MOSSA: Marcantonio Lucherini e Giovanni Pieri

CAPITANO VITTORIOSO: Giorgio Franchelli

La contrada non vinceva dal 2 luglio 1702
Il fantino non vinceva dal 2 luglio 1743




Fu un palio alquanto gareggiato e fino a metÓ di corsa fu indecisa la vittoria.
Infine, al terzo giro, la Pantera, che era prima, and˛ guadagnando terreno e non pi¨ raggiunta da alcuno vinse il palio col fantino Domenico Laschi detto Bechino.

(Da "I quaderni del Griccioli" della Nobil Contrada dell'Aquila)