2 luglio 1734
NICCHIO



L'ordine è quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

B. del Caselli DRAGO n.r.
B. del Baldacconi BRUCO n.r.
G. dell'oste delle Donzelle  CHIOCCIOLA Figlio di Cappelaro
B. del Sampieri GIRAFFA n.r.
B. di P.Cetti OCA Pettinajo
M. del Mabissi LUPA n.r.
M. del Laghi PANTERA n.r.
B. del Pieraccini TARTUCA n.r.
G. del Fantozzi NICCHIO Mazzini Giuseppe
B. di G.Gori LEOCORNO n.r.

GIUDICI DELLA MOSSA: Silvio Campioni e Leonardo Marsili

CAPITANO VITTORIOSO: Giuseppe Sani

La contrada non vinceva dal 2 luglio 1731
Primo Palio vinto da questo fantino




Vinse il Nicchio. Molto probabilmente avrebbe vinto l'Oca ove correva Antonio Corgnolini detto Pettinaio se al 3° giro a S.Martino non fosse stata chiappata dalla Chiocciola ove correva il figlio del fantino soprannominato Cappellaio, nel quale luogo fermatosi entrambi si scambiarono molte nerbate,e così il Nicchio che era terzo potè passare avanti e vincer il palio.

(Da "I quaderni del Griccioli" della Nobil Contrada dell'Aquila)