2 luglio 1723
LUPA



L'ordine Ŕ quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
Castrone TARTUCA n.r.
Pallottino ISTRICE n.r.
Barbarino OCA n.r.
Vedovello GIRAFFA n.r.
Draghetto BRUCO n.r.
Pallottino SELVA n.r.
Balzanello AQUILA n.r.
Rondinello DRAGO n.r.
Bella Donna PANTERA n.r.
Cervio LUPA Capanna

GIUDICI DELLA MOSSA: Fedro Bandini e Giovanni Gabbrielli

CAPITANO VITTORIOSO: Giuseppe Romanelli

La contrada non vinceva dal 16 agosto 1703
Primo Palio vinto da questo fantino




Corsero secondo l'ordine di estrazione: Drago, Oca, Aquila, Bruco, Giraffa, Lupa, Istrice, Pantera, Selva e Tartuca.
Dopo un mediocre contrasto, vinse la Lupa correndoci il fantino soprannominato Capanna.
Venne in quest'anno emanato un ordine in proposito a quelle Contrade le quali, se comprese tra le 7 designate a correre senza esperimento della sorte perchŔ aventi diritto, vi avessero renunziato, perdevano per 10 anni la facoltÓ in seguito di far ricorrere nell'Agosto il Palio che per avventura avessero vinto nel Luglio.

(Da "I quaderni del Griccioli" della Nobil Contrada dell'Aquila)