2 luglio 1719
AQUILA



L'ordine Ŕ quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine

Sfacciatello SELVA n.r.
Passeggiero VALDIMONTONE n.r.
Balzanello CHIOCCIOLA n.r.
Falagiano TORRE n.r.
Salcetto OCA n.r.
Navilio PANTERA n.r.
Guerriero LUPA n.r.
Vegliantino AQUILA Strega
Serpente DRAGO n.r.
Fringuelletto ISTRICE n.r.
Maremmano NICCHIO n.r.
Castroncello GIRAFFA n.r.
Freghino BRUCO n.r.
Leprino TARTUCA n.r.
Ballottino ONDA n.r.

GIUDICI DELLA MOSSA: Ottavio Campioni e Giulio Corti

CAPITANO VITTORIOSO: Ascanio Bulgarini

Primo Palio vinto dalla contrada
Il fantino non vinceva dal 2 luglio 1717




Fu una bellissima corsa e vinse l'Aquila, correndoci il fantino soprannominato Strega.
Al detto fantino vincitore furono dati 17 talleri e mezzo.
Il palio fu depositato nella Chiesa Parrocchiale di S.Pietro in Castelvecchio; ed al curato di quella Chiesa, Don Michele Lenzi, furono pagati 10 tolleri.
Era Capitano dell'Aquila il Mag.co Cav.re Ascanio Bulgarini.
La comparsa di questa Contrada era composta di 30 persone a cavallo, guidate dal suddetto capitano; era sergente Francesco Marcelli, alfiere a cavallo Giacomo Borselli; alfiere a piedi Santi Maddali.
Furono in quest'anno Signori del Brio il Cav.Cosimo Venturi, il Cav.Conte Francesco Bartali, ed il Cav.Alfonso Accarigi.

(Da "I quaderni del Griccioli" della Nobil Contrada dell'Aquila)












TRATTA E ISCRIZIONE DELLE CONTRADE