CAPPANNINI   GIOVANNI
(Capanna)

Nato a Siena il 21 gennaio 1703*
* La data in oggetto è molto plausibile, ma non certa, in quanto potrebbe trattarsi di un caso di omonimia (cfr.)


Non essendoci pervenuta una completa documentazione, non sappiamo quanti Palii abbia effettivamente disputato questo fantino. Sappiamo comunque che corse:

2 luglio 1723 LUPA Cervio
2 luglio 1727 CIVETTA Castrone
16 agosto 1727 LUPA Baio della Posta di Siena
2 luglio 1728 LEOCORNO Morello della Posta di Siena
2 luglio 1729 DRAGO Leardo del Parigini
16 agosto 1729 VALDIMONTONE Baio della Costaccia
2 luglio 1730 NICCHIO Morello della Posta di Buonconvento




Tutti i cronisti riferiscono la singolare disavventura capitata a Capanna in occasione del Palio del luglio 1730.
Correva nel Nicchio e alla fine del terzo giro era nettamente primo in prossimità del traguardo quando la Selva, seconda, doveva ancora voltare al Casato.
Improvvisamente e inspiegabilmente il cavallo si bloccò, impietrito sulle zampe e, malgrado le spronate e le nerbate del fantino, si rifiutò di fare gli ultimi due passi che lo avrebbero portato alla vittoria.
Sopraggiuse la Selva e vinse il Palio. Capanna, per l’amarezza di quella incredibile delusione, giurò che non avrebbe più corso il Palio e così fece.
Oltre ad essere un grande fantino evidentemente era anche un uomo di parola.

Aneddoto tratto da "Ora come allora" di E.Giannelli e M.Picciafuochi

ALTRI CAPITOLI INERENTI

LE SCHEDE DEGLI ALTRI FANTINI
I FANTINI VITTORIOSI DI TUTTI I TEMPI
LE DATE DI NASCITA
LE STATISTICHE SULL'ETA'
PROCESSI E FATTI CURIOSI SUI FANTINI


     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena