L'INCENDIO DEL TEATRO


- Adì 12 Marzo 1754 -

La Signora Maddalena di Giuseppe Checchi di Bologna, quale era venuta in questa Città, ed in essa si trovava commorante* per lo spazio di mesi cinque in circa, atteso che avesse nello scorso Carnevale, come una delle Virtuose*, recitato in Commedia nel Nostro Teatro grande*, che già per la seconda volta dall'incendio quasi come allora era stato, ed allora restaurato per opera del famoso Architettore Bibbiena*, passò all'altra vita la mattina suddetta alle ore quattro, in età d'anni per sedici; in una Casa a uso di Locanda dell'Eredità Ricci ottenuta dallo Spizio della Pietà posta nella Cura, e strada di S.Salvadore. Questa nella di lei infermità, che fu attacco di petto, fu contestata* da Me Reverendo Padre Boldrini Carmelitano Calsato, fu poi comunicata per Viatico.

Funerali £ 4.--.--.




* COMMORANTE = Abitante.

* VIRTUOSE = Attrici.

* TEATRO GRANDE = Teatro dei Rinnovati. Realizzato per volontà de' Medici nel 1560 su disegni del pittore e scultore Bartolomeo Neroni, detto il Riccio, questo teatro subì due incendi: nel 1742 e nel 1751, nonchè subì nuovi ingenti danni dal terremoto del 1798. Dato che non c'erano i soldi sufficienti per il restauro, nel 1804 alcuni proprietari dei palchetti lo fecero riparare, rinnovandolo completamente. Nel 183O-'33 il teatro fu ancora una volta rimodernato su progetto dell'architetto Agostino Fantastici, il quale gli conferì l'aspetto attuale.

* ARCHITETTORE BIBBIENA = Soprannome di Antonio Galli. Egli apparteneva ad una famiglia che annoverava numerosi esponenti del campo dell'architettura, di cui il più famoso fu Ferdinando, anche lui detto il "Bibbiena". Di Antonio (1700-1774) sappiamo che nel 1753 fornì i disegni per la ricostruzione del teatro dei Rinnovati di cui diresse personalmente i lavori. Sempre dello stesso Antonio è anche il Teatro Comunale di Bologna.

* CONTESTATA = Accertata.
Defunti di S.Giovanni Battista sotto la Metropolitana

- libro 1114 -