- PROCESSI E FATTI CURIOSI CHE RIGUARDANO I FANTINI -

Il Casagli e il furto di tre vasi di cristallo con i confetti






11 maggio 1839 - RAPPORTO GIORNALIERO DEL CAPITANO DI POLIZIA

Il Farmaco Giulio Tanini di Siena presentò referto lagnandosi che nelle due sere de' 5 e 6 andante gli vennero involati dallo sporto esterno della di lui bottega, ove tenevagli in mostra, tre vasi di cristallo contenenti dei confetti per il valore di £ 33 circa.
Al seguito di ciò la Polizia pose in pratica le sue investigazioni, e nei giorni 9 e 10 detto reperì presso Marianna Francioni e Marianna Aldinucci di via dell'Onda un vaso di cristallo e due involti di confetti del peso di oltre undici libbre e, siccome dichiara sono costoro di avergli ricevuti pef procurarne lo smercio da certi Angelo Casagli Bracciante del Realto pregiudicato in materia di ruberie, e Tuci sopracchiamato Tacchina di Salicotto, sospetto on eodem genere, ho questa mane presentata querela alla via ordinaria contro tutti i summenzionati individui, addebitando il Casagli e Tuci del furto in discorso, la Francioni e l'Aldinucci di complicità nel furto stesso, ed ho in pari tempo esibiti gli oggetti di convenzione per farne l'uso conveniente.

Archivio di Stato di Siena - Governo di Siena 351 - anno 1839

     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena