- PROCESSI E FATTI CURIOSI CHE RIGUARDANO I FANTINI -

Serafinaccio e i danni alle viti






Stamane presento comparsa in questa Cancelleria Criminale, contro Serafino Rossi Barbaresco al Servizio del Nobile Sig. Gio. Batta Ottieri della Ciaja, perchè il dì 24 dello spirante, trovandosi nei terreni di un Podere appartenente ai SSri. Fratelli Bianchi situato in luogo detto Largniano, ferì con un colpo di coltello in asta il colono Paolo Rossini col quale prese lite, senza però cagionarlo altro di una lieve ferita nei diti medio e minimo della mano sinistra, a causa del danno che dal Rossini si reclamava al Rossi di avere fatto ad alcune viti di detto Podere, e ciò per ottenere condannato detto Rossi ai termini di ragione, e per la delazione dell'arma bianca di qualità proibita, e per ferimento che sopra.

Archivio di Stato di Siena - Governo di Siena 341 - anno 1829

     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena