- PROCESSI E FATTI CURIOSI CHE RIGUARDANO I FANTINI -

Caino e suo figlio denunziati per l'interramento di due cavalli morti






Si denunziò dalla Polizia il decorso giorno al Tribunale, che
Niccolò, e Salvadore, Padre e figlio Chiarini, non che Domenico Minucci, facchini di miserabilissima condizione, come pure Barlolomeo Tassinari, Vincenzio Corbini, e Antonio Arfaioli, detto il frittelaio, prima gli uni, e poi gli altri, trasportassero in Pescaja due cavalli morti, ed averli quivi interrati superficialmente, e non a quella profondità necessaria e sufficiente, ad impedire che i mastini li discuoprano, come suole spesso accadere per divorarne la carne, e da cui n'esala un fetore insofribile, che dilatasi per tutte quelle adiacenze come appunto sentivasi nella giornata d'ieri, non senza pregiudizio dell'umana salute.


Archivio di Stato di Siena - Governo di Siena 341 - anno 1829

     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena