- PROCESSI E FATTI CURIOSI CHE RIGUARDANO I FANTINI -

Ulisse Valentini e la sua presunta condotta scandalosa






"Dopo le ore 12 pomeridiane dello scorso giorno (19 gennaio 1846) una Brigata di R.R.Carabinieri composta dai comuni Ricci e Filippini avendo osservato una comitiva di giovinastri d'infima condizione a giocare alle buchette¹ in tempo delle Sacre Funzioni nel Piazzale del Mercato Vecchio in questa città, non senza frapporre del clamore, bestemmie, e turpiloquio con scandalo di quegli abitanti, ne fu tentato il loro arresto ma datisi alla fuga non rimase in potere della Pubblica Forza il solo Ulisse Valentini facchino disoccupato di Siena, pregiudicato in genere, cui venne pertanto tradotto ed associato in stanza di custodia".

Dopo che i Tribunale gli aveva ricordato che non era nuovo a questo tipo di reato, tanto che già un anno prima era stato condannato a tre giorni di carcere per condotta scandalosa, dissipata, e bestemmie, egli dichiarò a sua difesa: "Io non giocavo, perchè non avevo nemmeno un quattrino, e se ne avessi avuti ci avrei comprato un pezzo di pane, giacchè avevo tanta fame".

¹ giocare alle buchette: gioco di ragazzi consistente nel tentare di far entrare ciascuno le proprie palline dentro piccole buche scavate nel terreno (cioè di fare buchetta).


Archivio di Stato di Siena - Governo di Siena 896 - n.2355 - anno 1846

     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena