- PROCESSI E FATTI CURIOSI CHE RIGUARDANO I FANTINI -

Beppe Lordo implicato nei tumulti del 1815




Il 27 maggio del 1815, scoppiò una rivolta popolare perchè si temeva un rialzo indiscriminato del prezzo del grano.
Vi furono tumulti e saccheggi ai depositi cittadini del frumento, che videro implicate diverse persone, fra le quali Giuseppe Franci detto Beppe Lordo.



   
CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRLA
Tutto nacque per un equivoco e per voci infondate, che generarono fra i popolani senesi il timore di una speculazione sul prezzo del grano.
Per una descrizione sommaria di questi avvenimenti, ci siamo avvalsi di un avvocato della difesa, che così enunciava l'accaduto:
"E' fatto costante che nella mattina precedente a quella dè 27 era stata ordinata la requisizione di vetture, e carri per Trasporti Militari a Servizio delle Truppe; che quest'ordine non si era potuto eseguire con tal segretezza, che non fosse pervenuto a notizia dei vetturali, ò barrocciaj, che dovevano asportare a Siena i Generi frumentarj nel successivo dì 27 giorno di Mercato solito tenersi a Siena in ciascun Sabato;
Il timore della requisizione allontanò costoro dall'entrare in Siena, talchè la Piazza rimase sfornita affatto dei detti generi, questa deficienza gettò agl'occhi di ciascuno, ed una circostanza rese anche più sensibile, e la mancanza, ed il caro prezzo del frumento, poichè un solo sacco di grano si ravvisava in Piazza esposto in vendita da un contadino il quale ricercato del prezzo ne chiese Lire quindici lo staro.
Questa eccessiva richiesta eccitò l'universal moromorìo fomentato dall'arrivo nella stessa Piazza d'un tal Lorenzo Pii sopranominato Bussotto reputato incettatore di grano, e che dal volgo si credeva, che principalmente influisse nel rialzamento del valore del detto genere.
Per un equivoco non straordinario in simili incontri fù propagato, che il Bussotto avea mandato a bella posta il contadino sunnominato, all'oggetto di stabilire il prezzo nella ridetta somma.
Quindi la voce pubblica si elevò contro questo individuo la cui male augurata comparsa dette moto a quelle operazioni, che sono state denunciate alla Giustizia e che formate hanno soggetto del Processo".

Archivio di Stato di Siena - Cancelleria Criminale - Filza II - n.8 - anno 1815

     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena